Amministratori e Dipendenti - prova del vincolo di subordinazione

Novembre 24, 2021
Federico Cocchi

Secondo la sentenza della Cassazione n. 36362 depositata ieri spetta alla società provare il vincolo di subordinazione esistente tra il dipendente che ricopra anche la carica di presidente del consiglio di amministrazione e l'organo di governo stesso.

In caso contrario il costo del contratto di lavoro non sarà deducibile per mancanza dell'essenziale elemento della subordinazione.

La suprema corte non esclude la possibilità che i due ruoli coesistano in capo allo stesso soggetto ma richiede che sia provato, in modo non solo formale, l'assoggettamento del dipendente al potere direttivo e disciplinare dell'organo amministrativo.

Le funzioni svolte dal soggetto sono infatti ascrivibili a due differenti piani giuridici: la prima (quella di amministratore) è "volta ad eseguire il contratto di società assicurando il funzionamento dell'organismo sociale" la seconda (quella di lavoro dipendete) è invece rivolta al raggiungimento operativo ed alla concreta realizzazione dello scopo sociale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.