Nuovo regime di Patent Box

Ottobre 20, 2021
Federico Cocchi
,

DECRETO LEGGE

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la bozza di decreto con cui, tra le altre cose, viene integralmente modificato il regime agevolativo del Patent Box.

L’agevolazione è stata introdotta dal comma 37/45 della legge 190/2014 e successivamente modificata dal decreto interministeriale 28/11/2017 ed infine dall’art. 4 del DL 34/2019 con misure di semplificazione delle procedure operative di richiesta e fruizione.

L’agevolazione consiste principalmente in una detassazione al 50% degli utili prodotti mediante utilizzo diretto, concessione in licenza ovvero cessione a terzi di beni immateriali quali software protetto da copyright, brevetti industriali, disegni e modelli, processi, formule e informazioni relativi a esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili.

La recente modifica, se confermata, sembra superare tale modalità abbandonando lo strumento della detassazione degli utili a favore di una deducibilità maggiorata dei costi di sviluppo sostenuti dalla società.

In pratica, viene introdotta una opzione quinquennale, irrevocabile e rinnovabile, che permette di dedurre una quota incrementale - pari al 90% - dei costi sostenuti per attività di ricerca e sviluppo.

Gli investimenti agevolati potranno essere realizzati internamente tramite utilizzo di personale e strumenti di proprietà della società ovvero tramite contratti di ricerca stipulati con società diverse da quelle che direttamente o indirettamente controllano l'impresa, ne sono controllate o sono controllate dalla stessa società che controlla l'impresa ovvero con università o enti di ricerca e organismi equiparati.

Beni agevolabili

Per rientrare nella nuova agevolazione i costi dovranno essere indirizzati alla creazione o allo sviluppo di:

  • software protetto da copyright,
  • brevetti industriali,
  • disegni e modelli,
  • processi, formule e know-how nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili.

Una importante novità consiste nella reintroduzione dei marchi d’impresa nel novero degli immaterial oggetto di agevolazione.

La normativa sul Patent Box li aveva inizialmente ricompresi per poi, invece, escluderli nell’attuale versione della norma a seguito dell’indicazione contraria dell’OCSE nel 2017.

Importi agevolati

Il nuovo regime prevede che i costi di ricerca e sviluppo dei beni immateriali siano maggiorati del 90 per cento. Tale maggior importo costituirà una variazione in diminuzione nella dichiarazione dei redditi e sarà deducibile sia ai fini del reddito d'impresa che ai fini del conteggio della base imponibile Irap.

Soggetti interessati

Rientrano nel nuovo regime agevolativo tutti i soggetti residenti, titolari di reddito d'impresa, nonché le stabili organizzazioni in Italia di residenti in Paesi con i quali è in vigore un accordo per evitare la doppia imposizione e con i quali lo scambio di informazioni sia effettivo.

Rapporti con il credito ricerca & sviluppo

I soggetti che esercitano l'opzione per l’agevolazione in oggetto sono vincolati per 5 esercizi e per tutto il periodo non possono avvalersi, per i medesimi costi, del credito d'imposta per le attività di ricerca e sviluppo.

Precedente regime di Patent Box

L’attuale norma agevolativa introdotta nel 2014 viene abrogata rimanendo in vigore esclusivamente per i soggetti che vi abbiano aderito prima dell’entrata in vigore della nuova legge.

Per le società che si trovino nelle more della negoziazione per l’ottenimento del ruling o del rinnovo di un accordo precedente, vi è la possibilità di scegliere a quale regime aderire. In caso di opzione per il nuovo regime saranno interamente escluse dai benefici (e dai vincoli) della normativa sul Patent Box sin dall’esercizio in corso.

Sanzioni

Un apposito provvedimento dell’Agenzia delle Entrate stabilirà la documentazione contabile idonea ad evitare alla società l’irrogazione di sanzioni in caso di rettifica dei costi dedotti mediante la presente agevolazione.

 

Nuovo regime di Patent Box

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.